L’Oltrepò Pavese è un cuneo di territorio lombardo che si insinua fra l’Emilia e il Piemonte, confinando con le province di Alessandria e Piacenza e nella parte più meridionale, percorrendo per pochi chilometri l’Alessandrino o il Piacentino, si trova il confine con la Liguria. Grazie a questa varietà di regioni ci sono, in vicinanza, tanti bei posti da visitare.

Posti da visitare

Posti da visitare a meno di 50 km di distanza::

  • San-Salvatore-Valtrebbia
  • Pavia
  • Milano
  • Castell'Arquato
  • Boccadasse, Genova
  • Bobbio

Posti da visitare a 100-150 km di distanza:

Il dolce Oltrepò Pavese offre innumerevoli percorsi, ideali per gli amanti della natura. Da percorrere a piedi, in bici o in moto.
Il paesaggio è caratterizzato da ordinati vigneti ma anche da impervi boschi di latifoglie. Non mancano, qua e là, castelli e piccoli borghi molto evocativi oltre al richiamo di una gastronomia molto ricca e variegata.

Percorsi a piedi

  • Percorsi a piedi e in bicicletta

Tra i percorsi a piedi ci sono quelli alla scoperta di Zavattarello, nel territorio dei Conti dal Verme, tra le colline (Canneto Pavese, Castana Montescano, Montù Beccaria, San Samiano al Colle), nella Riserva Naturale Monte Alpe e nel ValVerde, ma anche quelli suggeriti dall’Associazione Via Del Mare:

  • Itinerari del gusto in Oltrepòmontagna: La montagna appenninica in tutta la sua bellezza. Faggete rigogliose, pascoli in quota, panorami mozzafiato dal mare di Liguria alla catena alpina. Borghi antichi e atmosfere d’altri tempi (2/13 km).
  • Itinerari del gusto in Oltrepòcollina: La piccola Toscana di Lombardia. Terra di vigneti, cantine e vini pregiati, costellati di piccoli borghi attorno a castelli medievali. Terra anche di boschi di castagni e di querce. Terra di frutta, salami, formaggi e altri prodotti tipici di prima qualità (tra 17 a 24 km).

Inoltre ci sono itinerari di grande fascino per chi ha voglia di qualcosa di insolito da percorrere a piedi, a cavallo o in mountain bike, sempre suggeriti dall’Associazione Via del Mare:

  • La Via dei Malaspina, percorso alternativo della Via Francigena in Oltrepò Pavese, ha inizio a Pavia e raggiunge Bobbio, in Val Trebbia (PC), toccando Voghera e Varzi.
  • La Via del Mare attraversa le province di Milano, Pavia, Alessandria, Piacenza e Genova, dalla pianura Padana al Mar Ligure, scavalcando l’Appennino settentrionale e toccando Pavia, Voghera, Varzi, Torriglia e Uscio.
  • La Via del Sale è il tratto che da Varzi si snoda fino a Genova, anticamente percorso da mercanti e pellegrini per il commercio di questa preziosa materia.
  • Percorsi in bicicletta

Alcuni semplici e meravigliosi itinerari nelle nostre vicine dolci colline possono essere trovati sul sito ViviValleVersa,
un’organizzazione no-profit che sviluppa il turismo nella Val Versa ed alla quale apparteniamo:

Vivi Valle Versa

Percorsi in auto, moto e/o bici

  • Bacialupo attività
  • Paesaggio Oltrepo Pavese

Tra i percorsi a piedi ci sono quelli alla scoperta di Zavattarello, nel territorio dei Conti dal Verme, tra le colline (Canneto Pavese, Castana Montescano, Montù Beccaria, San Samiano al Colle), nella Riserva Naturale Monte Alpe e nel ValVerde, ma anche quelli suggeriti dall’Associazione Via Del Mare:

  • Le colline del vogherese – L’Agro Vogherese e i primi dolci colli ammantati di boschi e vigneti, alterati ed affioramenti rocciosi. Graziosi botghi, castelli e centri terminali (43 km).
  • Itinerari dei vini – La piccola Toscana di Lombardia, terra di vigneti, cantine e vini pregiati, costellata di piccoli borghi arroccati attorno a castelli medievali (42/54/46 km).
  • Itinerari di alta collina – Il cuore dell’Oltrepò, ammantato di castergneti e boschi di querce dove trova rifugio una nutrita fauna selvatica e che circondano di quiete abbazie e pievi medievali, castrelli e boghi millenari Terra di salami, formaggi e altri prodotti tipici di prima qualità (56/42 km).

Arte, cultura e natura

L’Oltrepò Pavese è una terra ricca di storia, di arte, di cultura e di castelli e fortezze arroccati sui colli. Famosa è la medievale di Zavattarello dalla quale si godono panorami incredibili ed i castelli di Montalto Pavese, Valverde, Torre degli Alberi e Pietragavina.

Ancora in provincia di Pavia, troviamole risaie della Lomellinae, la famosa Certosa ed, in Pavia, la Chiesa di Sant’Agostino e l’antichissima Università’. Nella vicina Vigevano si possono ammirare la nota Piazza Ducale, il Castello ed il Mulino di Mora Bassa con le celebri macchine di Leonardo da Vinci.

A 15 minuti dall’Oltrepo Pavese c’è la Val Tidone, in provincia di Piacenza, dove sorsero dal Medioevo numerosi castelli, a difesa della pianura piacentina minacciata dagli attacchi provenienti dal confine pavese, con la Rocca d’ Olgisio (Val Tidone), la Rocca di Agavazzano (Val Luretta), e il Castello ed il borgo di Rivalta (Val Trebbia).

Nella Val Tidone e nella vicina Val Staffora si trovano inoltre molte aree naturalistiche protette come il Parco le Folaghe di Casei Gerola, il Parco palustre di Lungavilla, la Riserva naturale Monte Alpe, il Giardino botanico alpino di Petra Corva e il Monte Penice.

  • Panorama of Bobbio, ancient town in the north of Italy
  • Certosa di Pavia

Gastronomia

Sopraffina terra dei sapori, il Pavese costruisce da secoli la sua preziosa enogastronomia a partire da ingredienti genuini, dono degli ampi vigneti e dei campi fertili e verdissimi che contraddistinguono la sua campagna. La cucina da cercare è quella tradizionale: piatti semplici e gustosi da accompagnare con gli ottimi vini che questa zona produce.

Il riso e i vini sono i protagonisti dell’enogastronomia pavese. La provincia di Pavia, con oltre 80.000 ettari di risaie, è la prima in Italia per la produzione di riso, concentrata soprattutto nella zona della Lomellina. E l’Oltrepò è da secoli un’area vinicola di pregio: il Barbera, il Bonarda, il Moscato, il Pinot grigio e il Pinot nero sono alcuni dei D.O.C. locali. Ma anche la carne di maiale figura tra le eccellenze pavesi, grazie a salumi come il “Salame di Varzi”, al cotechino e al sanguinaccio. Da non dimenticare poi i “pesci di montagna”, acciughe e merluzzi, l’oca della Lomellina, le rane del Pavese e la selvaggina.

La ghiotta tradizione gastronomica dell’Oltrepò si sposa e si completa al meglio con il ricco ventaglio di vini tipici della zona gli spumanti, i bianchi, ma soprattutto rossi fermi e mossi e i particolarissimi vini da dessert. Il più noto vino locale, il Bonarda è fruttato ma non dolce. Un vino locale, più classico è il Buttafuoco, la cui produzione è limitata ad una piccola zona nel nord della Oltrepò.

  • Tagliere formaggi

Attività per bambini

  • Bambini in passeggiata

Nel Pavese ci sono tante attività per bambini che fanno riscoprire l’ambiente rurale, l”origine degli alimenti e le tecniche di lavorazione dei prodotti tipici, attraverso il contatto con la campagna, gli animali e la vita contadina.

Tra queste attività ci sono visite alle fattorie, agli allevamenti di asini, capre e daini, all’apicoltura, all’orticoltura, ai maneggi per cavalcare cavalli, ai parchi, boschi e monti per vedere animali e per fare delle belle passeggiate o ai fiumi nei quali tuffarsi. Le passeggiate da consigliare sia agli adulti che ai bambini sono innumerevoli e potremo indicarvele a vostre a richiesta.